Go to Top

Biorivitalizzazione

Cos’è la Biorivitalizzazione

biorivitalizzazione3La Biorivitalizzazione consiste nell’iniezione (a livello del derma superficiale), mediante aghi sottilissimi, di sostanze riassorbibili che hanno la funzione di stimolare e riattivare la cute e il sottocute; in particolare attivando cellule quali i fibroblasti, che sono deputati alla produzione di fibre collagene ed elastiche e con l’apporto di glucosaminoglicani, come l’acido ialuronico, (molecola fondamentale per l’idratazione della pelle) si rende la cute maggiormente tonica e si stimola il metabolismo fisiologico della stessa.

Come funziona il trattamento di Biorivitalizzazione

biorivitalizzazione4Il trattamento si esegue in ambulatorio in pochi minuti e al termine di questo si possono riprendere immediatamente le normali attività quotidiane. Solitamente si esegue un trattamento alla settimana per 4-5 settimane e si prosegue con sedute di richiamo ogni 3-4 settimane.

Per la Biorivitalizzazione si utilizzano vari tipi di sostanze, in particolar modo l’acido ialuronico non cross-linkato e composti vitaminici e/o omeopatici per la stimolazione dei processi fisiologici della cute.

Le indicazioni principali sono rappresentate dai segnali di invecchiamento cutaneo come la perdita di elasticità, di tono, di lucentezza e la formazione di rugosità anche molto fini. E’ molto utile in soggetti che fanno uso molto frequente di lampade abbronzanti o che si sottopongo a continuo irraggiamento solare.

Si può trattare qualsiasi area del volto (perioculare, guance, perilabiale) e anche del corpo (decoltè, seno, smagliature); è un trattamento applicabile a persone di ogni età ed è anche indicato per la prevenzione del danneggiamento cutaneo. La Biorivitalizzazione può essere eseguita come trattamento singolo oppure si può associare a filler, peeling e tossina botulinica.