Go to Top

Mastoplastica Additiva

Aumento del Seno

L’intervento di mastoplastica additiva prevede il posizionamento di impianti protesici. Esso viene eseguito per varie ragioni:

  • aumentare un volume ritenuto inadeguato
  • restituire il volume perduto (dopo gravidanza, dimagrimento, etc.)
  • in casi di asimmetria tra le due mammelle

protesi_senoLe protesi mammarie che negli anni hanno dimostrato maggiore affidabilità sono quelle il cui contenuto è di gel di silicone. L’involucro di tutte (siano esse in gel di silicone, soluzione salina o Idrogel) è di silicone solido normalmente con superficie testurizzata. La qualità degli impianti è fondamentale per la buona riuscita dell’intervento stesso (purezza del silicone, testurizzazione della superficie, resistenza agli stimoli meccanici, stratificazione dell’involucro).

Forma e dimensione delle protesi mammarie ovviamente non sono standardizzate, anzi, sono disponibili diverse tipologie. Esse si differenziano infatti per forma, misura, diametro e proiezione.

Il ricorso ad un tipo di protesi piuttosto che all’altra é legato al tipo di seno che si ha e che si desidera avere dopo la mastoplastica.

Nella scelta della protesi più adatta é importante naturalmente il parere del chirurgo che terrà conto delle aspettative della paziente, nonché delle caratteristiche del suo seno.

L’intervento di Mastoplastica Additiva

Gli accessi chirurgici possibili sono:

  • emiperiareolare inferiore
  • dal solco sottomammario

Attraverso tali incisioni si procederà al confezionamento di una tasca che potrà essere:

  • Sottoghiandolare: tra il piano muscolare e la ghiandola mammaria
  • Sottomuscolare: la protesi viene posizionata sotto al muscolo grande pettorale.

Il metodo di inserimento delle protesi, la scelta del tipo di impianto ed il tipo di approccio dipendono dalla situazione anatomica della paziente. La durata dell’intervento è di circa un’ora. Un bendaggio particolare viene mantenuto per le prime 48 ore. L’intervento può essere condotto sia in anestesia generale che in anestesia locale con sedazione. Nell’immediato post-operatorio il seno sembrerà ancora più grande di quanto non sia in realtà per l’importante edema (gonfiore) presente, che tenderà gradualmente a ridursi nel corso delle settimane successive. Il ritorno alle normali attività è abbastanza rapido. E’ necessaria una settimana di riposo prima di riprendere le attività quotidiane e comunque interrompere per almeno quattro settimane quella sportiva. Nei giorni successivi all’intervento viene fatto utilizzare un apposito reggiseno che dovrà essere indossato per circa 4-6 settimane.